“Il mio sito web è responsivo?” Se non ti sei mai posto questa domanda, è il momento di farlo. Avere un sito “responsive”, oggi e per il futuro, è necessario per essere competitivi nella selva di opportunità che è diventato il web. A maggior ragione in quest’epoca, in cui ognuno di noi possiede almeno uno smartphone o un tablet, che usa per navigare su internet.

Un sito è responsivo (responsive in inglese) quando si adatta automaticamente al tipo di dispositivo col quale si sta navigando. In particolare, significa che: menù, loghi, immagini e tutti i contenuti del sito web, vengono visualizzati in modo ottimale, perfettamente adattati al display sul quale viene aperto quel determinato sito. È infatti intuitivo come lo schermo di un PC sia notevolmente differente in dimensioni, rispetto a quello di uno smartphone. La visualizzazione sui due dispositivi, quindi, non può essere la stessa.

Naytes converte il vostro sito non responsivo in un più moderno e performante responsive site, rendendolo più facilmente fruibile dall’utente e più bello esteticamente. Decidere di aggiornare, o creare ex novo, il vostro sito web è una scelta per molti versi inevitabile che, sicuramente, porterà al proprietario numerosi vantaggi. Vediamoli insieme.

Perché è fondamentale avere un sito responsivo.

Aumento delle visite.

L’aumento esponenziale del numero di smartphone in circolazione, posseduti da persone di tutte le età, ha spostato in pochissimo tempo il flusso delle navigazioni sul web. Secondo il “Digital In 2017”, infatti, più della metà del traffico internet, oggi, è generato da telefoni cellulari. Percentuale che, inoltre, continuerà ancora a crescere anno dopo anno. Per essere competitivi, dunque, è fondamentale e necessario offrire agli utenti mobile la migliore esperienza di navigazione, su un sito perfetto graficamente, intuitivo e di rapido caricamento.

Responsivo per evitare le penalizzazioni.

Nel 2015 Google ha modificato il proprio algoritmo per penalizzare i siti che non sono responsive. Nella pagina dei risultati di ricerca, infatti, i siti mobile-friendly sono favoriti rispetto a quelli che non lo sono. Di conseguenza, le possibilità di essere visitati dagli utenti aumenta, se si possiede un sito responsivo. La responsività di un sito, dunque, è a tutti gli effetti un fattore di ranking, che influisce sul suo posizionamento all’interno della SERP (sostanzialmente le pagine di ricerca di Google).

Anche Facebook ha recentemente adottato la medesima politica con i post pubblicati. I link che rimandano a siti web ottimizzati per la visualizzazione mobile, infatti, vengono mostrati più facilmente ad un maggior numero di utenti.

Maggiore possibilità di conversione.

L’obiettivo finale è quello di convertire i visitatori di un sito web in clienti e di fidelizzarli al nostro brand. Perché questo sia più probabile, occorre in primo luogo avere un maggior numero di utenti, ma soprattutto è necessario rendere la loro esperienza di navigazione il più efficiente possibile.

Secondo una ricerca condotta da Google, dopo aver visitato un sito mobile-friendly, il 74% degli utenti ha affermato che sarebbe più propenso a visitarlo di nuovo. Il 67%, invece, è portato più facilmente a effettuare acquisti su siti responsivi. Il 46% degli acquirenti, inoltre, considera il mobile uno strumento importante per le loro decisioni d’acquisto.

Navigando con il proprio smartphone, l’utente medio, inoltre, è molto più portato ad abbandonare un sito, quando quest’ultimo non è adattabile alla visualizzazione mobile. Un layout più snello e intuitivo, più veloce nel caricamento e ottimizzato per la navigazione, abbatte sensibilmente quella che viene chiamata “frequenza di rimbalzo”. Migliorando l’esperienza utente, dunque, si aumenta la qualità della navigazione del cliente, sul sito stesso.

Non avere un sito responsive, significa perdere una importante (e sempre maggiore) fetta di pubblico.

Il responsive è per sempre.

Quando un sito è ottimizzato per la visualizzazione multi-dispositivo (PC, desktop, smartphone, tablet…), lo sarà per ogni dispositivo e per sempre. Nel senso che, una volta compiuta la conversione, il sito verrà visualizzato correttamente anche sui device poco diffusi, su quelli non ancora sul mercato e addirittura su quelli non ancora inventati. Questo significa anche che, una volta aggiornato il proprio sito, non si dovrà più intervenire su di esso e non ci sarà mai bisogno di modifiche o ulteriori aggiornamenti.

Hai un progetto?

Per qualsiasi richiesta riguardante i nostri prodotti, o quella di una particolare realizzazione, oppure per ricevere un preventivo, potete compilare il form qui. Vi contatteremo nel più breve tempo possibile per soddisfare le Vostre esigenze.

Privacy

Pin It on Pinterest

Share This